Note sulla versione di Android 13

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Questa pagina riassume le principali funzionalità della versione Android 13 e fornisce collegamenti a informazioni aggiuntive. Questi riepiloghi delle funzionalità sono organizzati in base alla posizione della documentazione della funzionalità su questo sito.

Architettura

Modifiche alla partizione di avvio generica

Per i dispositivi avviati con Android 13, il ramdisk generico viene rimosso dall'immagine di boot e posizionato in un'immagine init_boot separata.

Per ulteriori informazioni, vedere Partizione di avvio generica .

Moduli GKI

In Android 13, alcune funzionalità del kernel vengono fornite in moduli caricabili dinamicamente, chiamati moduli GKI , per ridurre l'ingombro di memoria del kernel GKI sui dispositivi che non richiedono la funzionalità.

Per ulteriori informazioni, vedere i moduli del kernel .

Componenti del sistema modulare

Per informazioni sui componenti del sistema modulare nuovi e aggiornati, vedere Aggiornamenti in Android 13

Aggiornamento al supporto del file system del kernel Android

A partire da Android 13, lo spazio utente funziona solo con i file system integrati nella Generic Kernel Image (GKI).

Per maggiori dettagli, consulta Supporto per il file system del kernel Android .

Audio

Supporto per MIDI 2.0

A partire da Android 13, al trasporto USB viene aggiunto il supporto MIDI 2.0 . MIDI 2.0 è uno standard MIDI più recente definito nel 2020.

Vedere la pagina MIDI per maggiori dettagli.

Aggiorna ad Audio HAL

A partire da Android 13, Audio HAL viene aggiornato alla versione 7.1. Per ulteriori informazioni, vedere Audio HAL .

Settore automobilistico

Nuove funzionalità Android Automotive

Per ulteriori informazioni sulle nuove funzionalità Automotive di Android 13, vedere Novità .

Costruire

Costruisci con Bazel

Android 13 introduce la creazione di kernel con Bazel , sostituendo build/build.sh .

Per ulteriori informazioni, vedere Bazel (Kleaf) .

Telecamera

Telecamera AIDL HAL

In Android 13, il framework della fotocamera include il supporto per HAL della fotocamera AIDL. Il framework della fotocamera supporta anche gli HAL della fotocamera HIDL, tuttavia le funzionalità della fotocamera aggiunte in Android 13 o versioni successive sono disponibili solo tramite le interfacce HAL della fotocamera AIDL.

Per informazioni sulla migrazione dei processi HAL dalle interfacce della telecamera HIDL alle interfacce della telecamera AIDL, vedere HAL della telecamera AIDL .

Aggiornamenti del debug della fotocamera

Android 13 aggiunge lo strumento di debug watch nel servizio fotocamera, che consente di visualizzare le modifiche nella richiesta di acquisizione e i valori dei risultati inviati da e verso l'HAL della fotocamera. Lo strumento consente l'anteprima in tempo reale dei dump di monitoraggio dei tag dai client aperti e la visualizzazione dei dump memorizzati nella cache dai client chiusi.

Per ulteriori informazioni, vedere Debug della fotocamera .

Stabilizzazione dell'anteprima della fotocamera

Android 13 aggiunge il supporto per la stabilizzazione del video nel flusso di anteprima nelle sessioni di acquisizione della fotocamera. Questa funzione consente alle app di terze parti di fornire un'esperienza di ciò che vedi è ciò che ottieni (WYSIWYG) durante il confronto tra l'anteprima della fotocamera e la registrazione.

Per ulteriori informazioni, vedere Stabilizzazione dell'anteprima della fotocamera .

Controllo della forza della torcia

Android 13 introduce una funzionalità per il controllo multilivello per la potenza della torcia. In Android 12 e versioni precedenti, il framework consente solo di attivare o disattivare la modalità torcia. Questa funzione consente casi d'uso come il controllo della luminosità della torcia in base alle condizioni di illuminazione e l'invio di segnali di assistenza utilizzando un effetto stroboscopico inviando rapidi impulsi di luce di seguito.

Per ulteriori informazioni, vedere Controllo dell'intensità della torcia .

Uscita fotocamera a 10 bit

Android 13 aggiunge il supporto per l'uscita della telecamera a 10 bit tramite profili di gamma dinamica che possono essere configurati dal client della telecamera come parte della configurazione del flusso. Ciò consente ai produttori di dispositivi di aggiungere il supporto per i profili di gamma dinamica a 10 bit come HLG10, HDR 10, HDR 10+ e Dolby Vision.

Per ulteriori informazioni, vedere Uscita telecamera a 10 bit .

Per incoraggiare l'adozione dell'output della fotocamera a 10 bit su app di terze parti, come le app di social media, per migliorare l'acquisizione di video e le esperienze di condivisione video, è importante convalidare in modo efficace l'implementazione di questa funzionalità. È probabile che le app di terze parti che desiderano adottare questa funzionalità inizino con il profilo obbligatorio HLG10 . Per maggiori dettagli, vedere Convalida .

Compatibilità

Aggiornamenti della fotocamera ITS

Android 13 introduce modifiche a Camera ITS , che includono il supporto per test video, Python aggiornato e versioni del pacchetto e test degli aggiornamenti hardware.

Per maggiori dettagli, consulta Note sulla versione di Camera Image Test Suite per Android 13 .

Aggiornamenti CDD

Il documento di definizione della compatibilità di Android 13 ripete le versioni precedenti con aggiornamenti per nuove funzionalità e modifiche ai requisiti per funzionalità rilasciate in precedenza.

Per un elenco delle modifiche in Android 13, vedere Note sulla versione della definizione di compatibilità di Android 13 .

Account predefiniti per i nuovi contatti

Le app di contatto precaricate devono gestire l'intento ContactsContract.Settings.ACTION_SET_DEFAULT_ACCOUNT , che consente a un utente di selezionare un account predefinito. L'app di contatto precaricata deve salvare l'account predefinito selezionato e deve utilizzare l'account predefinito durante la gestione di Intent.ACTION_INSERT o Intent.ACTION_INSERT_OR_EDIT per inserire un contatto. Questo requisito garantisce la coerenza tra tutte le app che interagiscono con i contatti.

Per ulteriori informazioni, vedere la sezione contatti del CDD di Android 13.

Connettività

Consenti 2G alternare

In Android 13, l' opzione Consenti 2G in Impostazioni è disattivata (il che significa che gli utenti non possono interagire con il pulsante) quando la chiave di configurazione KEY_HIDE_ENABLE_2G è impostata su true . Inoltre, se disattivato, l'interruttore Consenti 2G include un testo che indica che l'operatore telefonico dell'utente richiede che il 2G sia disponibile. Nelle versioni precedenti, l'interruttore Consenti 2G è nascosto quando KEY_HIDE_ENABLE_2G è impostato su true .

Impostazione dell'utilizzo del cellulare

Android 13 supporta un'impostazione di utilizzo cellulare che consente agli operatori di configurare i dispositivi in ​​modo che siano in una modalità incentrata sulla voce o incentrata sui dati. Gli operatori possono utilizzare questa impostazione insieme ad altre modifiche alla configurazione per ridurre il traffico IMS sulle loro reti per i dispositivi tradizionalmente incentrati sulla voce che operano in modalità solo dati, ad esempio per i servizi che includono il servizio di soli dati complementare.

Per modificare l'impostazione relativa all'utilizzo del cellulare, utilizza l'overlay config_supported_cellular_usage_settings o imposta il valore predefinito in config_default_cellular_usage_setting . L'impostazione può essere USAGE_SETTING_VOICE_CENTRIC o USAGE_SETTING_DATA_CENTRIC .

La funzione di impostazione dell'utilizzo cellulare include le seguenti API:

Per convalidare la funzione di impostazione dell'utilizzo della rete cellulare, eseguire i seguenti test:

Reti multiple simultanee con connessione Internet

Android 13 introduce la funzionalità di più reti simultanee con connessione Internet , che consente a un dispositivo di connettersi contemporaneamente a due reti Wi-Fi (AP), entrambe senza restrizioni (disponibili per tutte le app) e fornire accesso a Internet.

Per ulteriori informazioni, vedere Concorrenza Wi-Fi STA/STA .

Aggiornamenti API IMS

Android 13 introduce i seguenti aggiornamenti alle API di registrazione singola IMS:

  • DelegateRegistrationState :

    • Supporta i casi in cui il framework deve attendere il termine delle sessioni SIP prima di eliminare il PDN IMS.
    • Aggiunge il metodo getRegisteringFeatureTags che consente alle app in ascolto di sapere quando lo stack IMS sta tentando attivamente di registrare IMS.
  • RcsUceAdapter : Aggiunge PUBLISH_STATE_PUBLISHING per consentire alle app in ascolto di sapere quando lo stack IMS sta tentando attivamente di pubblicare funzionalità

  • CapabilityExchangeEventListener : aggiunge il metodo onPublishUpdated per consentire al servizio IMS di notificare in modo asincrono alla piattaforma che un aggiornamento SIP PUBLISH è riuscito o non riuscito.

  • RcsClientConfiguration :

    • Per supportare RCC.72, sezione 2.1.14, aggiunge un nuovo valore al costruttore per consentire all'app di messaggistica di specificare se l'utente ha abilitato o disabilitato RCS.
    • Aggiunge la costante RCS_PROFILE_2_4 per consentire a un'app di messaggistica di segnalare che supporta RCS Universal Profile versione 2.4.

Android 13 include anche i seguenti aggiornamenti per le API IMS:

  • Aggiunge la possibilità per le app di ascoltare lo stato dello stack IMS tramite la classe ImsStateCallback . Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzare ImsStateCallback .
  • Refactoring del provisioning IMS per il servizio IMS per supportare i casi d'uso del provisioning MVNO.
  • Migliora il modello di threading nel servizio IMS.
  • Aggiunge API compatibili con l'abbonamento SIM nel servizio IMS

Più profili abilitati per eUICC

Android 13 introduce il supporto per più profili abilitati (MEP) per eUICC, che consente ai dispositivi di avere il supporto per doppia SIM utilizzando un singolo chip eSIM. Più profili SIM consentono al dispositivo di connettersi a due diversi operatori contemporaneamente.

Per ulteriori informazioni, vedere più profili abilitati .

Requisiti di calibrazione della presenza

Android 13 introduce nuovi requisiti di calibrazione della presenza per garantire che tutti i dispositivi nell'ecosistema Android possano determinare la relativa vicinanza tra i dispositivi.

Per ulteriori informazioni su come configurare e calibrare i dispositivi per soddisfare questi requisiti, vedere Requisiti di calibrazione della presenza .

Modalità di fallback di telefonia per il rilevamento del fuso orario

Android 13 introduce la modalità di fallback della telefonia per il rilevamento del fuso orario. Questa modalità consente ad Android di utilizzare temporaneamente i suggerimenti per il rilevamento della telefonia in situazioni in cui il rilevamento della posizione non è in grado di rilevare il fuso orario o in cui il rilevamento della posizione richiede più tempo del rilevamento della telefonia per rilevare il fuso orario.

Per ulteriori dettagli, vedere Il servizio time_zone_detector .

Miglioramenti dell'API di accesso UICC di TelephonyManager

Android 13 non è più disponibile e aggiunge miglioramenti per la gestione del canale logico UICC per le seguenti API di accesso UICC di TelephonyManager:

Queste API sono state deprecate in Android 11 perché OMAPI fornisce un'implementazione più affidabile per la gestione dei canali logici UICC. Tuttavia, OMAPI non copre tutti i casi d'uso forniti dalle API di accesso UICC di TelephonyManager. Pertanto, in Android 13, queste API non sono obsolete con miglioramenti per la gestione del canale logico UICC. In precedenza, quando un'app chiamante che apre un canale logico si arresta in modo anomalo, il canale logico può perdere, il che significa che il canale non viene rilasciato e non può essere riutilizzato dall'app senza riavviare. Con i miglioramenti in Android 13, se un'app si arresta in modo anomalo, il sistema rilascia il canale logico, che consente al canale di essere riutilizzato dall'app.

Questi miglioramenti dell'API vengono eseguiti a livello di implementazione e sono completamente compatibili con le versioni precedenti. Non è necessario alcuno sforzo aggiuntivo per chiamare le app per utilizzare queste API.

Trust on First Use (TOFU) per le reti aziendali

Android 13 introduce il supporto per l'approccio di autenticazione Trust on First Use (TOFU), che consente agli utenti di considerare attendibile una rete aziendale (EAP) installando la CA radice utilizzata dal server e impostandone il nome di dominio in una rete salvata. TOFU consente al dispositivo di ottenere una chiave pubblica non autenticata quando un utente si connette per la prima volta a una rete aziendale e di conservare la chiave per le connessioni successive.

Per ulteriori informazioni, vedere Fiducia al primo utilizzo .

Supporto a banda ultra larga

Android 13 introduce un'implementazione del framework predefinita per la tecnologia radio a banda ultra larga (UWB), una tecnologia che consente una gamma estremamente sicura e precisa tra i dispositivi supportati.

Per ulteriori informazioni, vedere Banda ultra larga .

Aggiornamenti della concorrenza AP/AP Wi-Fi

Android 13 aggiunge il supporto per la banda a 6 GHz per la concorrenza AP/AP Wi-Fi, che consente ai dispositivi di creare due interfacce punto di accesso (AP).

Per ulteriori informazioni, vedere Concorrenza AP/AP Wi-Fi .

Consapevolezza del Wi-Fi

Android 13 introduce il supporto per la versione 3.1 della specifica Wi-Fi Aware . Per ulteriori informazioni, vedere Wi-Fi compatibile .

Aggiornamenti del tethering dell'hotspot Wi-Fi (soft AP).

Android 13 introduce nuove configurazioni per i dispositivi che supportano il tethering tramite hotspot Wi-Fi. Per i dettagli sulle nuove configurazioni, vedere Wi-Fi Hotspot (Soft AP) .

Concorrente multi-interfaccia Wi-Fi

A partire da Android 13, Wi-Fi HAL 1.6 aggiunge la possibilità di specificare un'interfaccia AP con bridge (dual band simultanea) come elemento di combinazione esplicita.

Per maggiori dettagli, consulta Concorrenza multi-interfaccia Wi-Fi .

Aggiornamenti della selezione della rete Wi-Fi

A partire da Android 13, se sono necessari intervalli di scansione diversi in fase di esecuzione, le app privilegiate possono impostare dinamicamente la pianificazione della scansione su schermo per le reti Wi-Fi disponibili chiamando il WifiManager#setScreenOnScanSchedule(screenOnScanSchedule) .

Per ulteriori informazioni, vedere Selezione della rete Wi-Fi .

Schermo

Responsabile attività di servizio in primo piano

In Android 13, una nuova funzionalità dell'interfaccia utente di sistema denominata FGS Task Manager notifica all'utente lo stato e le risorse utilizzate dai servizi in primo piano sulle app in background e consente all'utente di interrompere queste app.

Per ulteriori informazioni, vedere Servizio in primo piano (FGS) .

Controlli multimediali nell'interfaccia utente di sistema

A partire da Android 13, i controlli multimediali nell'interfaccia utente di sistema contengono aggiornamenti ai pulsanti di azione e alla riproduzione remota. Queste modifiche supportano un'esperienza di controllo multimediale più raffinata su telefoni e tablet e offrono trasferimenti multimediali senza interruzioni tra i dispositivi.

Per ulteriori dettagli, consulta Controlli multimediali nell'interfaccia utente di sistema .

Composizione mista SDR e HDR

Android 13 migliora il supporto per la presentazione simultanea della composizione SDR e HDR sullo schermo attenuando il contenuto SDR sullo schermo quando presentato contemporaneamente al contenuto HDR.

Per ulteriori informazioni, consulta Composizione SDR e HDR mista .

Autorizzazione di notifica per le notifiche di attivazione

A partire da Android 13, le notifiche utilizzano un modello di attivazione, in cui tutte le app devono chiedere l'autorizzazione agli utenti prima di inviare richieste di notifica. Per supportare ciò, gli OEM devono implementare modifiche nei sistemi di notifica e autorizzazione di runtime, come indicato nella pagina Autorizzazione di notifica per le notifiche di attivazione .

Mappatura dei toni della luminanza HDR su una gamma compatibile con SDR

Android 13 introduce una libreria statica configurabile dal fornitore chiamata libtonemap , che definisce le operazioni di mappatura dei toni. Questa funzione consente agli OEM di definire e condividere i propri algoritmi di mappatura dei toni di visualizzazione tra il framework e i fornitori, riducendo la mancata corrispondenza nella mappatura dei toni.

Per ulteriori informazioni, vedere Mappatura dei toni della luminanza HDR su un intervallo compatibile con SDR .

Grafica

AIDL per il compositore hardware HAL

A partire da Android 13, l'HAL di Hardware Composer (HWC) è definito in AIDL e le versioni HIDL che vanno da android.hardware.graphics.composer@2.1 a android.hardware.graphics.composer@2.4 sono obsolete.

Per ulteriori informazioni, vedere AIDL per Hardware Composer HAL .

Gestione del framebuffer del cliente

A partire da Android 13, i nuovi framebuffer, utilizzati durante la composizione del client , vengono allocati ogni volta che cambia la risoluzione del display. Questa allocazione viene eseguita da SurfaceFlinger nel successivo ciclo di invalidamento dopo una modifica della risoluzione.

Per ulteriori informazioni, vedere Gestione del framebuffer del client .

Blocco del buffer non segnalato con AutoSingleLayer

Android 13 aggiunge una nuova configurazione denominata AutoSingleLayer per bloccare i buffer non segnalati. Questa configurazione consente a SurfaceFlinger di bloccare un buffer non segnalato quando viene aggiornato un solo livello e non per i casi che si verificano tra i livelli, come le modifiche alla geometria o le transazioni di sincronizzazione.

Per ulteriori informazioni, vedere Latch del buffer non segnalato con AutoSingleLayer .

Interazione

Autenticazione per i controlli domestici

In Android 13, l' API dei controlli del dispositivo include un nuovo metodo chiamato isAuthRequired , che consente ai fornitori di controlli del dispositivo di specificare quali controlli domestici possono soddisfare le interazioni su un dispositivo bloccato. Ciò consente un'interazione più fluida sui punti di ingresso, come lo schermo del telefono bloccato.

Protocollo HID Head tracker

Android 13 introduce il protocollo HID (Head Tracker Human Interface Device), che consente di collegare un dispositivo di rilevamento della testa a un dispositivo Android tramite USB o Bluetooth ed essere esposto al framework e alle app Android tramite il framework dei sensori.

Per ulteriori informazioni, vedere Protocollo HID Head Tracker .

Supporto del segnale di richiamata bloccato in KeyguardManager

In Android 13, nuovi metodi, come addKeyguardLockedStateListener e removeKeyguardLockedStateListener , nella classe KeyguardManager , notificano al listener lo stato di blocco del keyguard.

Oggetti di esecuzione riutilizzabili NNAPI

Android 13 introduce l'interfaccia NNAPI AIDL HAL, IExecution , che gestisce la durata di un oggetto di esecuzione riutilizzabile e le relative risorse memorizzate nella cache. Gli oggetti IExecution riducono il sovraccarico delle attività di inferenza di apprendimento automatico consentendo al driver NNAPI di preservare le risorse tra le esecuzioni e di applicare ottimizzazioni specifiche della richiesta.

Sensori AIDL HAL

Android 13 introduce i Sensors AIDL HAL , un HAL basato sui Sensors HAL 2.1 che utilizza l' interfaccia AIDL HAL . I sensori AIDL HAL espongono i tipi di sensore Head Tracker e IMU ad asse limitato.

Media

Esportazione di statistiche di codifica video

A partire da Android 13, i client dell'app possono richiedere al codificatore video di esportare le statistiche di codifica per ogni fotogramma video codificato. Con le statistiche ottenute dal codificatore video, le app possono ottimizzare le loro attività di codifica video come la codifica multipass e la preelaborazione dei fotogrammi prima della codifica.

Per ulteriori informazioni, vedere Dati statistici di codifica video .

Prestazione

Salute AIDL HAL

Android 13 introduce Health AIDL HAL , un HAL basato su Health HAL 2.1 che utilizza l' interfaccia AIDL HAL .

Aumento delle prestazioni al momento del caricamento del gioco

Android 13 introduce una nuova modalità di alimentazione nel servizio Power Manager denominata GAME_LOADING che indica a Power HAL se l'app di gioco è in stato di caricamento in modo che Power HAL possa fornire un aumento del caricamento. Per ulteriori informazioni, vedere Aumento delle prestazioni al momento del caricamento del gioco .

Permessi

Divisione dei permessi del sensore del corpo

A partire da Android 13, l'autorizzazione BODY_SENSORS è suddivisa in due autorizzazioni: BODY_SENSORS per monitorare la frequenza cardiaca in primo piano e BODY_SENSORS_BACKGROUND per monitorare la frequenza cardiaca in background.

Per ulteriori informazioni, fare riferimento a L'uso dei sensori corporei in background richiede una nuova autorizzazione

Potenza

Tracker del comportamento in background dell'app

Android 13 introduce il concetto di monitoraggio del comportamento in background dell'app o un processo che monitora l'utilizzo della batteria in background da parte delle app per determinare se le app violano alcuni criteri.

Per ulteriori informazioni, consulta Tracker del comportamento in background delle app .

Mitiga il consumo di energia durante il backup e il ripristino

A partire da Android 13, puoi limitare il trasferimento di energia durante il backup e il ripristino USB chiamando il metodo UsbPort della classe enableLimitPowerTransfer .

Per ulteriori informazioni, vedere Risparmio energetico .

Sicurezza

Schema di firma APK V3.1

Questo schema viene utilizzato per impostazione predefinita quando si firma un APK con una chiave di firma ruotata e un lignaggio di firma e consente a un singolo APK di indirizzare la rotazione su Android 13 e versioni successive evitando i problemi noti con la rotazione sulle versioni precedenti della piattaforma utilizzando la chiave di firma originale in il blocco della firma v3.0. Allo stesso modo, la firma v4.1 includerà informazioni di firma aggiuntive per il blocco v3.1 per supportare lo stesso comportamento per le installazioni incrementali.

Gli intenti devono corrispondere ai filtri degli intenti dichiarati

In Android 13, gli intenti provenienti da app esterne vengono consegnati a un componente esportato se e solo se gli intenti corrispondono agli elementi del filtro degli intenti dichiarati.

Gli intenti non corrispondenti sono bloccati. Le seguenti sono eccezioni in cui la corrispondenza degli intenti non viene applicata:

  • Intenti consegnati a componenti che non dichiarano alcun filtro intento
  • Intenti originati all'interno della stessa app
  • Intenzioni dal sistema
  • Intenzioni dalla radice

Interfaccia stabile del fornitore OMAPI

Open Mobile API (OMAPI) è un'API standard utilizzata per comunicare con Secure Element di un dispositivo. Prima di Android 13, solo le applicazioni e i moduli framework avevano accesso a questa interfaccia. Convertendolo in un'interfaccia stabile del fornitore, i moduli HAL sono anche in grado di comunicare con gli elementi sicuri attraverso il servizio OMAPI.

Per ulteriori informazioni, vedere Interfaccia stabile del fornitore OMAPI .

Impostazioni

Impostazioni della lingua per app

Android 13 aggiunge funzionalità per consentire agli utenti di modificare le preferenze della lingua app per app. I partner e gli OEM non devono disabilitare la pagina di selezione della lingua dell'app e la pagina dovrebbe essere accessibile tramite queste tre opzioni di navigazione:

  • Impostazioni > App > nome_app e seleziona Lingua .
  • Tieni premuta a lungo l'icona dell'app, tocca Info app e seleziona Lingua .
  • Impostazioni > Sistema > Lingue e immissione > Lingue app > nome_app .

L'app Impostazioni deve continuare ad avviare la pagina delle impostazioni locali dell'app dall'intento android.settings.App_Locale_Settings .

Per ulteriori informazioni, fare riferimento a Impostazioni della lingua per app .

tv

Modalità tunnel multimediale

Android 13 espande il comportamento definito della riproduzione di video in tunnel e lega questo nuovo comportamento a ulteriori test di certificazione CTS .

Per ulteriori informazioni, vedere Tunneling multimediale .

Aggiornamenti

Aggiornamenti A/B virtuali

Android 13 aggiunge le funzionalità di compressione XOR e unione dello spazio utente per gli aggiornamenti A/B virtuali. La compressione XOR consente di ridurre le dimensioni degli snapshot perché i dati XOR sono più facili da comprimere rispetto ai dati a blocchi grezzi. La funzione di unione dello spazio utente consente al componente snapuserd dello spazio utente di gestire il processo di unione per gli aggiornamenti A/B virtuali, riducendo i tempi di unione rispetto ad Android 12 in cui viene utilizzato un dispositivo dm-snapshot .

Per i dettagli su come abilitare queste funzionalità sui dispositivi che eseguono l'aggiornamento ad Android Android 13, vedere Compressione XOR e Unione spazio utente .

Virtualizzazione

Quadro di virtualizzazione Android

Android Virtualization Framework (AVF) fornisce ambienti di esecuzione sicuri e privati ​​per l'esecuzione del codice. AVF è l'ideale per casi d'uso orientati alla sicurezza che richiedono garanzie di isolamento più forti, anche formalmente verificate, rispetto a quelle offerte dalla sandbox delle app di Android.

Per ulteriori informazioni, consulta Panoramica di Android Virtualization Framework .