Google si impegna a promuovere l'equità razziale per le comunità nere. Vedi come.
Questa pagina è stata tradotta dall'API Cloud Translation.
Switch to English

Seppie: multi-tenancy e Powerwashing

La multi-tenancy di Cuttlefish consente al computer host di avviare più dispositivi guest virtuali con un'unica chiamata di avvio.

Queste macchine virtuali multiple di Cuttlefish possono condividere alcune delle risorse del disco host, consentendo di risparmiare spazio su disco. Ogni macchina virtuale ottiene un overlay del disco distinto che copre le partizioni Android (come super , userdata , boot ). Qualsiasi modifica al disco guest viene inserita in un overlay del disco specifico del guest, offrendo a ogni macchina virtuale Cuttlefish una vista copia-scrittura delle sue partizioni del disco. Man mano che ogni dispositivo virtuale scrive più dati nella sua vista del disco, i file di overlay sul disco host aumentano di dimensioni perché stanno acquisendo il delta tra lo stato originale e il loro stato corrente.

I file di overlay possono essere ripristinati per riportare il disco di Cuttlefish al suo stato originale. Questo processo è noto come powerwashing .

Numeri di istanza

I dispositivi di seppia creano e consumano risorse sull'host legate al loro numero di istanza . Ad esempio, una connessione adb è esposta attraverso un socket del server TCP sulla porta 6520 per il dispositivo Cuttlefish con istanza numero 1 . Quando vengono avviate più istanze, crea un socket del server TCP sulla porta 6520 per il primo dispositivo, 6521 per il secondo dispositivo e incrementa il numero di porta per ciascun dispositivo aggiuntivo.

Modifica del numero massimo di istanze supportate

Le risorse lato host, come i dispositivi di rete TAP, devono essere preallocate per le macchine virtuali Cuttlefish. Per impostazione predefinita, il pacchetto Debian comune seppie fornisce risorse per i numeri di istanza da 1 a 10 .

Questo può essere modificato modificando num_cvd_accounts in /etc/default/cuttlefish-common e riavviando il servizio cuttlefish-common eseguendo il comando seguente:

sudo systemctl restart cuttlefish-common

Controllo delle istanze multi-tenant

Questa sezione descrive come avviare, arrestare e powerwash i dispositivi. Questo vale sia per le invocazioni launch_cvd tenant singolo che multi-tenant.

Di partenza

Per avviare più dispositivi Cuttlefish contemporaneamente, usa il --num_instances= N , dove N è il numero di dispositivi da avviare. Per impostazione predefinita, i dispositivi iniziano dall'istanza numero 1 .

launch_cvd --num_instances= N

Per modificare il numero di istanza iniziale, effettuare una delle seguenti operazioni:

  • Aggiungi il --base_instance_num= N con N come numero della prima istanza.

    launch_cvd --base_instance_num= N
    
  • Avviare Cuttlefish con un account utente corrispondente a vsoc- NN , dove NN è il numero dell'istanza di base in forma di due cifre. Ad esempio, per avviare Cuttlefish con un account utente vsoc- 01 , eseguire:

    launch_cvd --base_instance_num= 1
    

sosta

Per arrestare tutti i dispositivi avviati dall'ultima launch_cvd , eseguire:

stop_cvd

powerwash

Per avviare il dispositivo nel suo stato originale (stato dalla build), aggiungi il --resume=false con il comando launch_cvd .

// Launch and interact with your devices
launch_cvd --num_devices= N --daemon
// Stop all your devices
stop_cvd
// Restart devices in their original states
launch_cvd --daemon --num_devices= N --resume=false