Configurazione di costruzione semplice

Ogni nuovo modulo di test deve avere un file di configurazione per indirizzare il sistema di compilazione con i metadati del modulo, le dipendenze in fase di compilazione e le istruzioni di confezionamento. Android ora utilizza il sistema di build Soong per una configurazione di test più semplice.

Soong utilizza file Blueprint o .bp , che sono semplici descrizioni dichiarative simili a JSON dei moduli da creare. Questo formato sostituisce il sistema basato su Make utilizzato nelle versioni precedenti. Per tutti i dettagli, vedere i file di riferimento di Soong nel dashboard di integrazione continua .

Per eseguire test personalizzati o utilizzare Android Compatibility Test Suite (CTS), segui invece Configurazione di test complessi .

Esempio

Le voci seguenti provengono da questo file di configurazione Blueprint di esempio: /platform_testing/tests/example/instrumentation/Android.bp

Un'istantanea è inclusa qui per comodità:

android_test {
    name: "HelloWorldTests",
    srcs: ["src/**/*.java"],
    sdk_version: "current",
    static_libs: ["android-support-test"],
    certificate: "platform",
    test_suites: ["device-tests"],
}

Nota che la dichiarazione android_test all'inizio indica che si tratta di un test. L'inclusione android_app indicherebbe al contrario che si tratta invece di un pacchetto di build.

Impostazioni

Le seguenti impostazioni ottengono una spiegazione:

    name: "HelloWorldTests",

L'impostazione del name è richiesta quando viene specificato il tipo di modulo android_test (all'inizio del blocco). Dà un nome al tuo modulo e l'APK risultante avrà lo stesso nome e con un suffisso .apk , ad esempio, in questo caso, l'apk di test risultante è chiamato HelloWorldTests.apk . Inoltre, questo definisce anche un nome di destinazione make per il tuo modulo, in modo che tu possa usare make [options] <HelloWorldTests> per costruire il tuo modulo di test e tutte le sue dipendenze.

    static_libs: ["android-support-test"],

L'impostazione static_libs indica al sistema di compilazione di incorporare il contenuto dei moduli denominati nell'apk risultante del modulo corrente. Ciò significa che ogni modulo denominato dovrebbe produrre un file .jar e il suo contenuto verrà utilizzato per risolvere i riferimenti al percorso di classe durante la compilazione, nonché incorporato nell'apk risultante.

In questo esempio, cose che potrebbero essere generalmente utili per i test:

android-support-test è il predefinito per la libreria di supporto per i test Android, che include il nuovo test runner AndroidJUnitRunner : un sostituto per InstrumentationTestRunner integrato, ora deprecato, con supporto per il framework di test JUnit4. Maggiori informazioni su Testare le app su Android .

Se stai creando un nuovo modulo di strumentazione, dovresti sempre iniziare con la libreria android-support-test come test runner. L'albero dei sorgenti della piattaforma include anche altri utili framework di test come ub-uiautomator , mockito-target , easymock e altro.

    certificate: "platform",

L'impostazione del certificate indica al sistema di compilazione di firmare l'apk con lo stesso certificato della piattaforma principale. Ciò è necessario se il test utilizza un'autorizzazione o un'API protetta da firma. Si noti che questo è adatto per il test continuo della piattaforma, ma non deve essere utilizzato nei moduli di test CTS. Si noti che questo esempio utilizza questa impostazione del certificato solo a scopo illustrativo: il codice di test dell'esempio non ha effettivamente bisogno che l'apk di test sia firmato con lo speciale certificato della piattaforma.

Se stai scrivendo una strumentazione per il tuo componente che risiede al di fuori del server di sistema, ovvero è impacchettata più o meno come un normale apk di app, tranne per il fatto che è integrata nell'immagine di sistema e potrebbe essere un'app privilegiata, è probabile che la tua strumentazione lo farà targetizzare il pacchetto dell'app (vedi sotto la sezione sul manifest) del tuo componente. In questo caso, il makefile dell'applicazione potrebbe avere la propria impostazione del certificate e il modulo di strumentazione dovrebbe mantenere la stessa impostazione. Questo perché per indirizzare la tua strumentazione sull'app in test, l'apk di test e l'apk dell'app devono essere firmati con lo stesso certificato.

In altri casi, non è necessario disporre di questa impostazione: il sistema di build lo firmerà semplicemente con un certificato integrato predefinito, basato sulla variante di build, e in genere viene chiamato dev-keys .

    test_suites: ["device-tests"],

L'impostazione test_suites rende il test facilmente individuabile dal test harness della Trade Federation. Altre suite possono essere aggiunte qui come CTS in modo che questo test possa essere condiviso.

${ANDROID_PRODUCT_OUT}/testcases/HelloWorldTests/HelloWorldTests.apk

Impostazioni opzionali

Le seguenti impostazioni opzionali ottengono una spiegazione:

    test_config: "path/to/hello_world_test.xml"

L'impostazione test_config indica al sistema di build che la destinazione del test necessita di una configurazione specifica. Per impostazione predefinita, un AndroidTest.xml accanto a Android.bp è associato al file config.

    auto_gen_config: true

L'impostazione auto_gen_config indica se creare o meno la configurazione di test automaticamente. Se AndroidTest.xml non esiste accanto a Android.bp , non è necessario che questo attributo sia impostato su true in modo esplicito.

    require_root: true

L'impostazione require_root indica al sistema di compilazione di aggiungere RootTargetPreparer alla configurazione di test generata automaticamente. Ciò garantisce che il test venga eseguito con i permessi di root.

    test_min_api_level: 29

L'impostazione test_min_api_level indica al sistema di compilazione di aggiungere MinApiLevelModuleController alla configurazione di test generata automaticamente. Quando Trade Federation esegue la configurazione del test, il test verrà saltato se la proprietà del dispositivo di ro.product.first_api_level < test_min_api_level .