Sensori

Icona HAL dei sensori Android

I sensori Android consentono alle applicazioni di accedere ai sensori fisici sottostanti di un dispositivo mobile. Sono dispositivi virtuali che forniscono dati definiti da sensors.h , il sensore Hardware Abstraction Layer (HAL).

Cosa sono i sensori Android?

I sensori Android sono dispositivi virtuali che forniscono dati provenienti da un insieme di sensori fisici: accelerometri, giroscopi, magnetometri, barometro, sensori di umidità, pressione, luce, prossimità e frequenza cardiaca.

Non inclusi nell'elenco dei dispositivi fisici che forniscono dati sono fotocamera, sensore di impronte digitali, microfono e touch screen. Questi dispositivi hanno un proprio meccanismo di segnalazione; la separazione è arbitraria, ma in generale i sensori Android forniscono dati di larghezza di banda inferiore. Ad esempio, "100 Hz x 3 canali" per un accelerometro rispetto a "25 Hz x 8 MP x 3 canali" per una fotocamera o "44 kHz x 1 canale" per un microfono.

Android non definisce come i diversi sensori fisici siano collegati al system on chip (SoC).

  • Spesso, i chip dei sensori sono collegati al SoC tramite un hub di sensori , consentendo il monitoraggio e l'elaborazione dei dati a bassa potenza.
  • Spesso come meccanismo di trasporto viene utilizzato il circuito inter-integrato (I2C) o l'interfaccia periferica seriale (SPI).
  • Per ridurre il consumo energetico, alcune architetture sono gerarchiche, con alcune elaborazioni minime eseguite nel circuito integrato specifico dell'applicazione (ASIC, come il rilevamento del movimento sul chip dell'accelerometro), e di più in un microcontrollore (come il rilevamento dei passi in un hub di sensori ).
  • Spetta al produttore del dispositivo scegliere un'architettura basata su precisione, potenza, prezzo e dimensioni del pacchetto. Per ulteriori informazioni, vedere Stack di sensori .
  • Le capacità di dosaggio sono una considerazione importante per l'ottimizzazione della potenza. Vedere Batch per ulteriori informazioni.

Ogni sensore Android ha un "tipo" che rappresenta come si comporta il sensore e quali dati fornisce.

  • I tipi di sensori Android ufficiali sono definiti in sensori.h sotto i nomi SENSOR_TYPE_...
    • La stragrande maggioranza dei sensori ha un tipo di sensore ufficiale.
    • Questi tipi sono documentati nell'SDK di Android.
    • Il comportamento dei sensori con questi tipi viene testato in Android Compatibility Test Suite (CTS).
  • Se un produttore integra un nuovo tipo di sensore su un dispositivo Android, il produttore può definire il proprio tipo temporaneo per farvi riferimento.
    • Questi tipi non sono documentati, quindi è improbabile che gli sviluppatori di applicazioni li utilizzino, perché non li conoscono o perché sanno che sono presenti raramente (solo su alcuni dispositivi di questo produttore specifico).
    • Non sono testati da CTS.
    • Una volta che Android ha definito un tipo di sensore ufficiale per questo tipo di sensore, i produttori devono smettere di utilizzare il proprio tipo temporaneo e utilizzare invece il tipo ufficiale. In questo modo, il sensore sarà utilizzato da più sviluppatori di applicazioni.
  • L'elenco di tutti i sensori presenti sul dispositivo è riportato dall'implementazione HAL.
    • Possono esserci più sensori dello stesso tipo. Ad esempio, due sensori di prossimità o due accelerometri.
    • La stragrande maggioranza delle applicazioni richiede un solo sensore di un determinato tipo. Ad esempio, un'applicazione che richiede l'accelerometro predefinito otterrà il primo accelerometro nell'elenco.
    • I sensori sono spesso definiti da coppie sveglia e non sveglia , entrambi i sensori condividono lo stesso tipo, ma differiscono per la loro caratteristica di sveglia.

I sensori Android forniscono dati come una serie di eventi del sensore.

Ogni evento contiene:

L'interpretazione dei dati riportati dipende dal tipo di sensore. Vedere le definizioni del tipo di sensore per i dettagli sui dati riportati per ciascun tipo di sensore.

Documentazione esistente

Rivolto agli sviluppatori

Rivolto ai produttori